logo-clinica-veterinaria-animal-care2

Esame delle urine: perché è importante per il benessere dei nostri animali

L’esame delle urine è un controllo molto semplice da eseguire e da fare analizzare all’interno di una clinica veterinaria. Questo esame può fornirci informazioni importanti sullo stato di salute dei nostri amici animali e ci aiuta a prevenire qualsiasi malattia o infezione in atto.

Quando bisogna fare un esame delle urine?

È importante eseguire un test delle urine quando notiamo qualche cambiamento nelle abitudini dei nostri animaletti. In particolare, quando:

  • le urine si presentano di un colore fuori dal normale (tonalità che può variare dal rosso al marrone),
  • le urine emanano un odore piuttosto “pungente” (forte e sgradevole al naso),
  • il nostro animaletto ha difficoltà a urinare (notiamo uno sforzo insolito mentre prova a fare pipì),
  • il nostro animaletto urina troppo frequentemente (il tempo tra una pipì e l’altra è troppo breve).

Come prelevare un campione di urina?

Esistono diversi metodi per raccogliere un campione di urina necessario da far analizzare in laboratorio. In base alla tipologia di esame da eseguire, la raccolta del campione avviene solitamente per minzione spontanea o con un prelievo per cistocentesi.

La minzione spontanea è il metodo di raccolta meno traumatico e invasivo che può essere eseguito dallo stesso proprietario durante una normale passeggiata all’aria aperta: serve solo un contenitore sterile apposito dove raccogliere poche gocce di urina utili per l’esame. Il campione deve essere prelevato di mattina e deve essere consegnato in clinica entro un’ora di tempo dalla raccolta, per evitare che si alteri il contenuto. Si può eseguire un prelievo per minzione spontanea quando serve svolgere un esame generico, qualitativo e semiquantitativo, delle urine.

Il prelievo per cistocentesi, invece, viene svolto dal veterinario all’interno della clinica: l’animaletto viene leggermente sedato e, in tempi brevissimi, viene prelevato un campione di urina direttamente dall’addome con una siringa sterile. Si parla di cistocentesi ecoguidata perché, in questa fase, il veterinario effettua il prelievo tramite ecografia. Quella della cistocentesi è il metodo di raccolta più completo ed efficace quando si richiede un esame batteriologico, perché è un prelievo più accurato che avviene direttamente all’interno della clinica e che previene qualsiasi tipologia di infezione.

Tipi di esami e risultati

In base alla modalità di prelievo del campione di urina, è possibile eseguire esami sempre più specifici che ci informano sulle condizioni dei nostri piccoli e grandi cuccioli.

Un esame di tipo standard ci fornisce tutte le informazioni su:

  • pH (se acido o basico),
  • peso specifico (se basso o alto),
  • corpi chetonici e glucosio (per escludere la presenza di diabete),
  • leucociti e globuli rossi (bassi, alti o valori normali).

Un esame del sedimento va a completare l’esame delle urine e individua la presenza di anomalie attraverso un microscopio. In questa fase, è possibile verificare la quantità presente di:

  • cilindri,
  • emazie,
  • globuli bianchi,
  • cellule epiteliali,
  • cristalli.

Attenzione! Una grande quantità di cristalli nelle urine può causare la formazione di veri e propri calcoli o essere segno di cistiti ed ematuria, patologie da attenzionare perché da curare con terapie e farmaci specifici.

Ricorda: fai eseguire esami periodici al tuo animale, ne va della sua salute!

Tags :
benessere,esame,patologie

Condividi :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi saperne di più?

Siamo sempre pronti a darti una zampa d’aiuto!